“Il nostro Pianeta ci chiede urgentemente di intervenire per proteggerlo e valorizzarlo, accelerando la transizione verde e promuovendo un nuovo paradigma di sostenibilità più resiliente ai cambiamenti futuri”: sono le parole di Giovanni Lo Storto, direttore generale dell’Università Luiss Guido Carli, in occasione della rinnovata partecipazione dell’ateneo al progetto Non Sprecare. Ancora una volta Luiss collabora al concorso di idee nato da Antonio Galdo per la sensibilizzazione sul tema dello spreco idrico in Italia, un problema da non sottovalutare e che necessita di tante nuove iniziative per essere risolto.
Siamo uno dei Paesi più ricchi di risorse idriche al mondo, ma purtroppo non le sappiamo valorizzare e sprechiamo oltre 100mila litri al secondo. Gettare via la risorsa più preziosa in assoluto per l’uomo e le sue attività è un delitto inaccettabile: c’è bisogno di grande attenzione sul tema e di sensibilizzare il più possibile istituzioni e popolazione, così da agire tutti unitamente e ridurre gli sprechi.
Secondo Giovanni Lo Storto, bisogna coniugare il rispetto dell’ambiente con stili di vita più consapevoli: “In questo contesto di emergenza globale, il Premio “Non sprecare” rappresenta una road map per orientare da subito energie, scelte e azioni di ciascuno di noi, e delle nuove generazioni.”
Abbiamo un patrimonio idrologico che ammonta ad oltre 7.494 corsi d’acqua, 347 laghi, 1.000 falde sotterranee e 302 miliardi di metri cubi di acqua piovana che cadono ogni anno. In Europa però siamo il Paese che spreca più acqua, oltre 241 litri all’anno per i consumi domestici, con 221 litri di acqua minerale a testa.
Il Progetto Non Sprecare ha riscontrato un crescente successo negli ultimi anni. Giunto alla dodicesima edizione, premierà anche quest’anno le idee più interessanti che startup, scuole, aziende e istituzioni sapranno presentare per promuovere nuove pratiche anti-spreco. Le iscrizioni sono aperte fino al 30 ottobre.
“Non esiste investimento migliore per diventare responsabili del nostro futuro che essere protagonisti attivi e consapevoli del cambiamento”, ha dichiarato il DG dell’Università Luiss Guido Carli.

Per maggiori informazioni:
https://www.corriere.it/buone-notizie/21_luglio_05/record-spreco-d-acqua-torna-concorso-idee-ridurre-consumicome-risparmiarla-2c08d4c2-dd50-11eb-8676-1285755d8d46.shtml